Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni... W. Shakespeare

giovedì 30 gennaio 2014

In Libreria: "DOCTOR SLEEP"

Quest'inverno durante lo speciale dedicato ad Halloween - articolo qui - e piu' precisamente ai romanzi horror contemporanei, torreggiava tra tutti lo scrittore che e' quasi una leggenda nel suo genere, sto parlando di Stephen King e del suo celebre romanzo "Shining". In quell'articolo vi informavo anche dell'uscita del sequel di questo libro che ha visto la luce in USA nel settembre del 2013 con il titolo di "Doctor Sleep".
Beh per tutti gli appassionati della letteratura horror e non solo, "Doctor Sleep" e' stato pubblicato dalla Sperling & Kupfer il 28 gennaio e in occasione di questa uscita molto attesa la casa editrice ha indetto un contest sulla pagina facebook di Pickwick -  qui - a cui io ho gia' partecipato e voi cosa aspettate?

NELL’ATTESISSIMO SEGUITO DI SHINING TORNA DANNY
TORRANCE: ANCORA DOTATO DELLA LUCCICANZA, PERSEGUITATO
DA NUOVI DEMONI E IN CERCA DI RISCATTO. IL
BAMBINO DELL’OVERLOOK HOTEL È DIVENTATO ADULTO...

di
Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Pubblicazione: 28 gennaio 2014
540 pag.
Prezzo: 19,90 euro

PAURA, INQUIETUDINE, TENEREZZA, AMORE, CURA, DEDIZIONE,
ODIO, DESIDERIO, MORTE E RESURREZIONE:
UN ROMANZO CHE SUPERA I CONFINI DELL’HORROR

CONTENUTO:

Fine anni Settanta. Jimmy Carter è presidente degli Stati Uniti. Un incendio rade al suolo l’Overlook Hotel in Colorado. Jack Torrance, custode durante il periodo invernale, muore nell’esplosione della vecchia caldaia difettosa, la moglie Wendy sopravvive con gravi ferite, il figlioletto Danny rimane profondamente minato nella psiche.
Lo shining, la luccicanza, lo divora, scatenando incubi e visioni, assieme all’amore per la bottiglia ereditato dal padre. Passano gli anni e Dan Torrance si rassegna a una vita on the road, con l’alcol come unico rimedio contro i fantasmi del passato.
Fino a ad oggi, quando finalmente riesce a mettere radici in una piccola città del New Hampshire, dove ha trovato un gruppo di amici in grado di aiutarlo e un lavoro nell'ospizio in cui quel che resta della sua luccicanza regala agli anziani pazienti l'indispensabile conforto finale. Aiutato da un gatto capace di prevedere il futuro, Torrance diventa Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l'evanescente Abra Stone, il cui incredibile dono, la luccicanza più abbagliante di tutti i tempi, riporta in vita i demoni di Dan e lo spinge a ingaggiare una poderosa battaglia per salvare l'esistenza e l'anima della ragazzina. Sulle superstrade d'America, infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining, mettendo in pericolo il dono – e la vita – di Dan.

L'AUTORE:

STEPHEN KING, acclamato genio della letteratura internazionale, vive e lavora nel Maine con la moglie Tabitha, a sua volta scrittrice, e la figlia Naomi.
Le sue storie da incubo sono clamorosi bestseller che hanno venduto 400 milioni di copie in tutto il mondo e hanno ispirato registi famosi come Stanley Kubrick, Brian De Palma, Rob Reiner e Frank Darabont. Oltre ai film tratti dai suoi romanzi, vere pietre miliari come Shining, Stand by me, Le ali della libertà, Il miglio verde – per citarne solo alcuni – sono seguitissime anche le sue serie TV, ultima in ordine di apparizione quella tratta da The Dome, trasmessa da RAI 2 nel 2013.

«Quando scrivo più che raccontare cerco di visualizzare quel che succede, perché voglio che il mio lettore provi le stesse emozioni dei miei personaggi.»
 - Stephen King -
 

2 commenti:

  1. Her@
    premetto che a me Stephen King mette i brividi. Ha qualcosa di inquietante nell'aspetto.
    Questo seguito potrebbe essere anche più tenebroso del primo.
    Ho il leggero sospetto che King abbia scritto questo seguito perché non aveva idee nuove... magari mi sbaglio.
    Ciao

    RispondiElimina