Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni... W. Shakespeare

giovedì 11 maggio 2017

Libri & Film:"NOI SIAMO TUTTO"

Appena finito di leggere un libro che mi ha totalmente conquistata che ne trovo un altro - completamente diverso - che subito ha acceso la lampadina del lettore incallito sempre alla ricerca del romanzo perfetto in cui perdersi, che c'è in me. 
Ed eccolo qui "Noi siamo tutto" di Nicola Yoon: struggente, emozionante, profondamente triste, che presto sarà anche un film - nelle nostre sale dal 17 settembre 2017. - 
Un bestseller  del New York Times da oltre un anno, in corso di pubblicazione in 38 paesi.
E' la storia di una ragazza, Madeline, affetta da una grave malattia. Ma principalmente è la storia di un amore, del primo amore, per cui si è disposti a sacrificare tutto...anche la propria vita. 
Non vedo l'ora che arrivi il 16 maggio - data di uscita - per fiondarmi in libreria, e voi?

di
Nicola Yoon
Editore: Sperling & Kupfer
Pubblicazione: 16 maggio 2017
320 pag.
Prezzo: 17,90 euro

CONTENUTO:

Madeline è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto famosa che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno: per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera Carla. Ma un giorno un camion di traslochi si ferma nella sua via.
Madeline è alla finestra quando vede… lui. Il suo nuovo vicino.
Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde i capelli. Il suo nome è Olly.
I loro sguardi si incrociano. E anche se nella vita è impossibile prevedere tutto, Madeline in quell'esatto momento prevede che si innamorerà di lui. Anzi ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche un solo giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

L'AUTRICE:
Nicola Yoon è cresciuta in Giamaica e a Brooklyn. Vive a Los Angeles, in California, con il marito e la figlia, dei quali è follemente innamorata. 

- Sito ufficiale: www.nicolayoon.com
- Twitter: @NicolaYoon
- Instagram @NicolaYoon
- Facebook: NicolaYoon

TRAILER DEL FILM:



Recensione: "IO e LEI - Confessioni della Sclerosi Multipla"

Sono stata assente da un pò - di nuovo - ma almeno quando torno lo faccio parlandovi di libri che per me fanno la differenza e che vale veramente la pena di leggere...


"IO E LEI - Confessioni della Sclerosi Multipla"

di Fiamma Satta
Editore: Mondadori
Pubblicazione: 18 aprile 2017
144 pag.
Prezzo: 17,00 euro

CONTENUTO: 

Due personaggi femminili legati da una singolare relazione che somiglia a una seduta psicoanalitica bruciante e senza filtri, che dà slancio alla costruzione dell’identità e diventa una spietata
cartina di tornasole per la coscienza. A dire “Io” è una voce narrante del tutto inedita, la Sclerosi Multipla, capace di terrorizzare soltanto col suono del proprio nome, un “gorgoglio di consonanti scivolose”. Egocentrica come una prima donna, dotata di un’ironia corrosiva, politicamente scorretta,
determinata, ingombrante, irriverente, sguaiata, irascibile, maltratta tutto e tutti, a cominciare dai lettori, “uditorio miserrimo” al quale si confida. La sua vittima prediletta, però, è la “lei” del titolo, quella Miagentileospite, amatissima e disprezzata in ugual misura dall’inquietante narratrice: “Sono
dentro di lei. Capite? Sono dentro di lei più di qualsiasi altro. E lei non dovrebbe dimenticarlo mai”. Tutto in loro è simbiotico e opposto: gusti, passioni, inclinazioni, tendenze, idiosincrasie, consapevolezze, visioni del mondo e dell’amore, in particolare quello per Occhiazzurrogrigionebbia, altro personaggio del romanzo. Le due linee narrative, la malefica progressione della malattia e la storia d’amore, corrono parallele fino a incontrarsi nel sorprendente coup de théâtre finale.
Cos’è, dunque, questo libro unico e potentissimo? Un memoir graffiante ed emozionante? Una feroce invettiva? Un implacabile flusso di emozioni? O piuttosto uno sconvolgente romanzo d’amore? Sarà il lettore stesso a deciderlo scoprendo, ad ogni modo, che questa eccentrica autobiografia profuma assai più di vita che di malattia, nonostante tutto. Fiamma Satta sceglie un punto di vista spiazzante e anticonformista che le consente di raccontare vicende emotive con autenticità ed energia rare.
L’adesione vitale agli accadimenti e la capacità di afferrarli e far loro dire la verità in questo libro procedono insieme, in pagine che turbano, divertono, commuovono e fanno riflettere sulla vita e sul suo significato.

L'AUTRICE:

Fiamma Satta è nata a Roma, dove vive e lavora, e ha due figli.
Voce storica di Radiodue, per ventidue anni è stata autrice e interprete con Fabio Visca della fortunata serie quotidiana «Fabio e Fiamma». Dal 2005 al 2016 ha collaborato con «Vanity Fair».
Dal 2009 firma per la «La Gazzetta dello Sport» una rubrica e il blog «Diversamente affabile, diario di un’invalida leggermente arrabbiata sui temi dell’inciviltà», impegno per cui è stata nominata Commendatore al Merito della Repubblica Italiana. Ha scritto Diario diversamente affabile (ADD 2012), Rose d’amore (Newton Compton 2007) e, insieme a Visca, Fabio e Fiamma e la trave nell’occhio e Il secondo libro di Fabio e Fiamma (RaiEri 1997 – 2000). Nel 1993 le è stata diagnosticata la sclerosi multipla.



RECENSIONE:

Quando leggi una trama del genere, su un argomento così forte, che racchiude del dolore, sai che non può essere una lettura a cuor leggero, che in qualche modo ti sconvolgerà, lasciandoti un pò scosso e con molte cose a cui pensare. Quindi credo sia normale che io ci abbia riflettuto prima, capendo se fosse il momento adatto. 
Mi aspettavo una storia che mi parlasse di una malattia incurabile che inesorabilmente, senza via di scampo ti toglie tutto, fino all'ultimo respiro, che fa paura al solo nominarla, di cui si preferisce ignorare l'esistenza se si ha la fortuna di non incontrarla mai, ed è quello che ho trovato leggendo "Io e Lei" di Fiamma Satta.
Ma - ebbene c'è un ma - è raccontata da un'insolita prospettiva, un punto di vista in genere ignorato, ed è il suo...quello della malattia...quello della Sclerosi Multipla.
L'ho letto tutto d'un fiato, trattenendo a volte il respiro, assorbendo ogni parola come una spugna, mentre pendevo dalle labbra di "Io" regina indiscussa con un potere senza limiti - perchè credetemi è quasi onnipotente - aprirsi al lettore, confidarsi, cercando senza giri di parole di farci capire cosa si prova ad essere lei, ostentando la sua realtà - anche se poi è anche la realtà della sua "Miagentileospite", come la chiama lei. -
Ti tiene incollato alle pagine con il suo dialetto irriverente, sfacciato, spesso sboccato - da scaricatore di porto, come si suol dire - giudicandoti dall'alto del suo piedistallo perchè per quanto la medicina abbia fatto passi da giganti negli ultimi cinquant'anni lei sa benissimo che per il momento niente la scalfisce e che continuerà indisturbata, in silenzio, a fare ciò che le pare.
Perchè è lei che detiene il potere assoluto e lo sa bene tanto da inalberarsi se la sua"Miagentileospite" si concede alla lettura o alla scrittura, alla meditazione, o semplicemente a un film, ignorandola, anche se per poco.
Non la capisce perchè pretende di essere lei al centro di tutto, del resto come le piace ribadire: "lei ci sarà per sempre". Non come l'amore che per quanto si sforzi proprio non ci riesce a dare un senso al perchè l'essere umano lo cerchi così disperatamente.
E noi forse dovremmo provare pena per lei perchè non potrà mai provarlo questo ineguagliabile sentimento?
Non credo visto che non smetterà mai di crogiolasi del dolore che procura e tanto è il dolore tanto più è la sua soddisfazione.
Il fatto che sia la malattia a mostrarci cosa significa essere affetto da Sclerosi Multipla non sminuisce l'enorme difficoltà e sofferenza che la persona deve affrontare, ma dimostra solo la grande forza che questa donna ha, di come abbia cercato di comprenderla e di come la ringrazi perchè ha saputo farle vedere la vita in modo differente ma soprattutto perchè per il momento le permette ancora di respirare...
Un libro che dovrebbero leggere tutti, se non altro perchè racchiude dei consigli preziosi come quello di imparare ad ascoltare.
Ma in particolare lo consiglio a chi come me è stato colpito da una grave malattia autoimmune non curabile, che è alla ricerca di risposte o soltanto di qualcuno che possa comprendere la sua stessa situazione.


Voto: 5 stelline