Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni... W. Shakespeare

sabato 10 maggio 2014

In Libreria: "IL SENTIERO DEI PROFUMI" + "Recensione"

Il sentiero dei profumi è un debutto italiano che è già un fenomeno editoriale internazionale. Conteso in patria dagli editori, è stato venduto in tutta Europa. Cristina Caboni è un’autrice che conquista ed emoziona, che commuove e stupisce. E lo fa con una storia indimenticabile sulle insicurezze dell’animo umano e sul coraggio per affrontarle. Sulle cicatrici del passato che solo l’amore più profondo può rimarginare.
Il sentiero dei profumi vuole essere un omaggio a quanto di più affascinante si cela dietro un odore, che sia quello di un ricordo lontano, un amore perduto e irraggiungibile, una speranza che sa di nuove opportunità.

di
Cristina Caboni
Editore: Garzanti
Pubblicazione: 8 maggio 2014
Prezzo: 14,90 euro

La vita mi ha messo alla prova.
Ma con l’iris ritrovo la fiduciaCon la vaniglia mi sento protetta.
Perché i profumi sono la mia strada. 

CONTENUTO:

Il profumo è il sentiero. Percorrerlo significa trovare la propria anima.
Elena non si fida di nessuno. Ha perso ogni certezza e non crede più nell’amore. 
Solo quando crea i suoi profumi riesce ad allontanare tutte le insicurezze. Solo avvolta dalle essenze dei fiori, dei legni e delle spezie sa come sconfiggere le sue paure. I profumi sono il suo sentiero verso il cuore delle persone. Parlano dei pensieri più profondi, delle speranze più nascoste: l’iris regala fiducia, la mimosa dona la felicità, la vaniglia protegge, la ginestra aiuta a non darsi per vinti mai. Ed Elena da sempre ha imparato a essere forte. Dal giorno in cui la madre se n’è andata via, abbandonandola quando era solo una ragazzina in cerca di affetto e carezze. Da allora ha potuto contare solo su sé stessa. Da allora ha chiuso le porte delle sue emozioni.
Adesso che ha ventisei anni il destino continua a metterla alla prova, ma il suo dono speciale le indica la strada da seguire. Una strada che la porta a Parigi, la capitale del profumo, dove le fragranze si preparano ancora secondo un’arte antica. Le sue creazioni in poco tempo conquistano tutti. Elena ha un modo unico di capire ed esaudire i desideri: è in grado di realizzare il profumo giusto per riconquistare un amore perduto, per superare la timidezza, per ritrovare la serenità.

Ma non è ancora riuscita a creare l’essenza per fare pace con il suo passato, per avere il coraggio di perdonare. C’è un’unica persona che ha la chiave per entrare nelle pieghe della sua anima e guarire le sue ferite: Cail. Cail che conosce la fragilità di un fiore e sa come proteggerlo e amarlo. Perché anche il seme più acerbo, quando il sole arriva a riscaldarlo, trova la forza di sbocciare. 


«Non restare fuori. Entra, cercalo... Fa parte di te, devi sentire ciò che ti suggerisce, devi comprenderlo, devi amarlo.»




L'AUTRICE:

Cristina Caboni vive in provincia di Cagliari con suo marito e i loro tre figli. Oltre a dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, lavora per l’azienda apistica di famiglia.
Un’altra sua grande passione sono le rose, delle quali coltiva una grande varietà di specie.


Il mondo dei profumi e delle essenze naturali la accompagna da lungo tempo, e il suo primo romanzo Il sentiero dei profumi vuole essere un omaggio a quanto di più affascinante si cela dietro un odore.


- Pagina Facebook: "qui"
- Sito dedicato al romanzo: "qui"

L’autrice che ci parla de Il sentiero dei profumi




RECENSIONE:


Ho amato questo libro dalla prima all'ultima pagina, ogni parola, ogni emozione ha saputo travolgermi nelle  sue ammalianti spirali che mi hanno accolta e coccolata per tutta la lettura.

Un primo romanzo sorprendente, profondo, che ti apre al mondo quasi sconosciuto dei profumi e ai secoli di storia che l'accompagnano.

Quando inizi un romanzo come questo un po' già sai che probabilmente ci sarà un lieto fine, eppure non poteva sorprendermi di più, perché il viaggio verso quell'epilogo e' stato una continua scoperta, dominata da una donna alla ricerca della propria identità, delle proprie origini, di ciò che rende se stessi.

Mentre ho imparato a conoscerla ed ho vissuto con lei ogni paura, ogni incertezza ma anche quella flebile speranza per quel qualcosa di speciale e  unico che chiamiamo felicità, mi sono spesso ritrovata a perdermi nelle descrizioni di quelle particolari essenze, di quegli odori che spesso ci circondano ma che ignoriamo, chiudendo gli occhi e lasciandomi trasportare, colori e sensazioni si sono affollate nella mia mente e a volte potrei quasi giurare di averli percepiti.

Intenso e riflessivo ti porta a interrogarti, a chiederti se "vivi" realmente o se ti costringi solo a sopravvivere, se hai seguito la strada del cuore lasciando che la tua vera natura ti guidasse o se invece hai permesso agli eventi di decidere per te.

Un romanzo che conquista, che insegna a "sentire" in maniera diversa, a lasciarsi andare alla sfera sensoriale, a cogliere la fragranza dell'anima attraverso un profumo, ad andare oltre...


Voto: 5 stelline


5 commenti:

  1. a me ricorda molto "il linguaggio segreto dei fiori" ^^ sarei curiosa di leggerlo :)

    RispondiElimina
  2. Sì infatti, soprattutto nel dizionario. Sono curiosa di leggerne i significati però leggere il libro ora come non mi ispira. Però ho apprezzato molto Il linguaggio segreto dei fiori :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so...ha un certo non so che'...m'incuriosisce molto!

      Elimina
  3. Anche a me ricorda il linguaggio segreto dei fiori *_* oddio... Deve essere meraviglioso allora ;)

    RispondiElimina