Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni... W. Shakespeare

mercoledì 2 ottobre 2019

Recensione: "THE SERPENT KING - Insieme siamo eroi"

JEFF ZENTNER è nato a Nashville, Tennessee. Cantautore e chitarrista, ha all’attivo cinque album e tre romanzi. Serpent King è il suo debutto letterario, nato da un’esperienza di volontariato al Tennessee Teen Rock Camp; acclamato da pubblico e critica ed eletto miglior libro dell’anno da Amazon, Kirkus, Publishers Weekly, e B&N, ha vinto il William C. Morris Debut Award. È in corso di pubblicazione in tredici Paesi.



"THE SERPENT GING"
INSIEME SIAMO EROI

di Jeff Zentner
Editore: Rizzoli
Pubblicazione: 24 settembre  2019
432 pag.
Prezzo: 18,00 euro

CONTENUTO: 

Forrestville, Tennessee. Tre ragazzi cercano di sopravvivere all'ultimo anno delle superiori. Dill, grande talento per la musica e Meredith familiare che lo costringe a stare sempre a testa bassa, sempre sulla difensiva: suo padre, predicatore di una setta basata sul culto dei serpenti, è in carcere per possesso di materiale pedopornografico; che sia a casa o a scuola, per Dill la vita non è affatto semplice. Per fortuna ci sono i suoi amici a fare da antidoto al veleno. Lydia, bella, alla moda, intelligentissima, ha un mucchio di follower su internet ma a scuola, dove la sua fama non riesce a scalfire i pregiudizi e l'ottusità della piccola cittadina di provincia, non è più popolare di Dill, anche a causa della loro amicizia. E poi c'è Travis, nerd appassionato di fantasy, a cui basta una connessione internet per sognare una vita lontana dal padre violento. Mese dopo mese, si incamminano verso il futuro, che per Lydia brilla radioso di opportunità lontane da Forrestville, mentre per Dill e Travis è tutto da scrivere, e da strappare alla mentalità ristretta e ai giorni sottotono di quella piccola cittadina del profondo Tennessee, dove l'unico posto in cui riescono a stare bene è insieme.

RECENSIONE:


Libro particolare - come del resto il suo titolo ma ne scoprirete il suo significato a tempo debito -  che scatena un turbinio di emozioni diverse, che in tutta sincerità non mi aspettavo. 
Lo avevo scelto perché speravo di rifugiarmi nelle sue pagine come una sorta di antidoto alla mia realtà, o comunque per non dover fare solo i conti, anche se per qualche ora soltanto, con quello che scandisce oggi le mie giornate. 
L'ho iniziato a cuor leggero, alla ricerca della spensieratezza e mi sono ritrovata invece completamente sopraffatta da una storia che a volte ti porta a naufragare in una valle di lacrime, dove ti sembra di sentire palpabile la sofferenza dei protagonisti. 
Un libro prima di tutto sull'amicizia, quel legame silenzioso e indissolubile su cui puoi sempre contare, soprattutto quando la vita prende una piega inaspettata e difficile mettendoti a dura prova. 
Tre ragazzi diversi, per contesto sociale, stile di vita e opportunità, dove il tuo background fa di te quello che sei ma che non necessariamente - come potrete appurare voi stessi mentre leggerete -  può stabilire il tuo futuro.
Si parla di fede (anche) ma in quei casi in cui è portata all'eccesso quasi fosse una setta, dove le parole e i pensieri sono così lontani dal nostro modo di concepire la religione che sembra inverosimile, anche se poi non è così difficile sentirne di fatti simili nei tanti reportage in televisione o in prima persona da gente che racconta la sua esperienza. 
Ma si parla anche di situazioni famigliari senza un'apparente via d'uscita, in cui regna la violenza e dove questo a volte ti piega del tutto fino a spezzarti.
Una storia tormentata che ti accompagna per mano verso quel puntino di luce alla fine di un lungo tunnel fatto di oscurità.
Sicuramente da leggere.


Voto: 4 stelline 



4 commenti: