Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni... W. Shakespeare

lunedì 10 ottobre 2011

Anteprima: "QUATTRO MENO TRE"

di
Editore: Armenia
Pubblicazione: Ottobre 2011
288 pag. brossura
Prezzo: 16,00 euro


LA STORIA VERA DI UNA DONNA CHE HA DOVUTO
TORNARE A VIVERE
DOPO UNA GRANDE TRAGEDIA



Anche se si è clown professionisti, non è facile trovare la forza per alzarsi dal letto la mattina quando la propria famiglia, nel giro di pochi secondi, viene sterminata da un terribile incidente automobilistico.
Questa è la storia di una donna e della sua lotta contro il mondo delle tenebre, della sua capacità di reagire alla morte di suo marito e dei suoi bambini, del suo coraggio e della sua forza.


BARBARA PACHL-EBERHART descrive, sotto forma di diario, ogni aspetto del tragico evento che in un giorno qualunque ha cambiato la sua vita per sempre.
Dal terribile shock iniziale alla disperazione che è seguita alla perdita dei familiari (il marito e i figli), passando dalla solitudine all’apatia e al desiderio di rimanere attaccata ai ricordi, come se i suoi cari fossero ancora accanto a lei, Barbara esprime un dolore che va al di là di ogni immaginazione. Non le mancano però il coraggio e la forza di andare avanti. Grazie al sostegno degli amici, ai piccoli gesti quotidiani e alle migliaia di lettere inviatele sia da conoscenti sia da estranei, Barbara arriva ad arrendersi alla realtà, a rendersi conto che la sua vita è cambiata e che lei stessa dovrà farlo se vuole ricominciare.
E così, dopo quasi un anno dalla tragedia, abbandona la sua casa, ritrova l’amore, ricomincia a cercare la felicità e, finalmente, a vivere ancora.


L'AUTRICE:

BARBARA PACHL-EBERHART e' nata a Vienna. Ha studiato flauto presso l'Universita' di Musica e Spettacolo di Vienna e ha completato gli studi per diventare insegnante di scuola primaria.
Dal 2000 lavora come clown presso il Roten-Nasen-Clowndirector Kinder, associazione di clown che opera con i bambini a livello pedagogico nelle scuole e negli ospedali. E' autrice di canzoni per bambini.  
Sito ufficiale: "qui"


2 commenti:

  1. Lo sto leggendo adesso.. mamma mia che tristezza ç_ç

    RispondiElimina
  2. Gia'...
    Sembra impossibile trovare la forza per poter andare avanti...

    RispondiElimina